Trofeo Memorial Dede Fumagalli, Lissone (MB)

Ci siamo presentati con due agguerritissime (AHHRRRF!) squadre all’ultimo trofeo della stagione e qualcosina abbiamo portato a casa.. Parma Kendo Kai  1 terza classificata, mentre la 2 è riuscita ad arrivare fino ai quarti. Bellissimo clima di confronto in amicizia e ottima organizzazione del Kyu Mei Kan Monza.

La pratica continua tutti i martedì di luglio nella nostra palestra dalle 21:00 alle 22:30.

 

Esami interni e mesi estivi

Come ogni anno, a fine stagione, organizziamo gli esami per i Kyu, internamente al nostro dojo. Un momento importante di verifica per tutto il gruppo, che imposta già quelli che saranno gli obiettivi di crescita di ognuno per la stagione successiva.

Dopo l’allenamento di sabato 30 giugno, per tutto il mese di luglio ci troveremo ad allenarci solo di martedì dalle 21:00 alle 22:30.

CCII Kyu e Campionati Italiani a Squadre da 3 2018

 

Week end intenso di gare in quel di Alessandria il 5/6 di Maggio , per la prima volta la PKK schiera due competitori nella categoria Kyu e porta a casa un fighting spirit.

Nella giornata di domenica la squadra passa le pool, ma viene fermata alle eliminatorie.

 

Seminari Estate 2017

Durante la pausa estiva non abbiamo perso occasione di incrociare shinai con amici in giro per l’italia, partecipando a Seminari e allenamenti.

  • Allenamento Regionale Emilia Romagna (Reggio Emilia)
  • Kenzan Summer Camp (Senigallia)
  • Ritiro Koshikan (Perrucci di Sopra GR)
  • Seminario con i Maestri Kim e Lancini (Ravenna)

Inizio Allenamenti 2017/2018 – Martedì 5 Settembre

Ripartono martedì 5 settembre gli allenamenti regolari della Parma Kendo Kai presso la palestra Squashinn di via Rapallo n.7/a. Gli orari rimangono invariati rispetto a quelli della passata stagione: martedì e giovedì dalle 21:00 alle 22:30.

Per qualsiasi informazione:

  • mail: parmakendokai@libero.it
  • telefono: 3491595885 (Francesco)

Stage Femminile a Firenze e Seminario Tecnico Culturale a Bologna

Week End intenso per la Parma Kendo Kai, impegnata in due appuntamenti organizzati dalla Confederazione Italiana Kendo. Nella giornata di sabato 18 a Firenze, con lo stage diretto da Ma Yoonsook e Livolsi Mirial, che ha visto la partecipazione di più di quarantacinque ragazze da tutto il nord e il centro Italia. Quest’anno l’appuntamento è stato impreziosito dalla presenza di 5 ragazze Giapponesi della squadra di Kendo dell’Università Waseda di Tokyo accompagnate dal Maestro Yokoyama.

Foto di gruppo, Foto: Alex Orizio

Foto di gruppo, Foto: Alex Orizio

Mattinata dedicata allo studio della base e alla pratica di kihon, mentre il pomeriggio alle ojiwazza e al jigeiko.

Poco prima della pausa pranzo invece le ragazze Giapponesi hanno eseguito una dimostrazione di esercizi base che svolgono nella loro pratica giornaliera, concludendo con Jigeiko e Shiai. Il M° Yokoyama ha poi parlato di quella che è stata la storia del kendo femminile in Giappone, dagli anni 50 ai giorni nostri

evidenziandone la costante crescita e le prospettive future, ma anche la difficoltà di ricevere per tanti anni la giusta attenzione da parte della Federazione Giapponese in termine di organizzazione di eventi dedicati sia agonistici (il primo campionato Giapponese femminile si è svolto nei primi anni 80) e di formazione delle insegnanti (il primo seminario dedicato solo alle donne è anch’esso arrivato alla fine degli anni 70)

Benedetta con le ragazze della Waseda University

Benedetta con le ragazze della Waseda University

 

Nella giornata di domenica invece abbiamo partecipato alla seconda edizione del seminario tecnico culturale tenuto dal M° Murata. Massiccia presenza anche quest’anno, non solo di principianti, a cui era dedicato il seminario, ma anche di praticanti più esperti. Ripartiti dal lavoro sull’okuriashi, trattato lo scorso anno, si è poi passati allo studio e alla scomposizione di tutto il movimento del fumikomi (Humikiri-fumikomi-ashi).

Si ringrazia Giovanni Fresa per la foto

Si ringrazia Giovanni Fresa per la foto

Nella parte pomeridiana si è affrontato il tema del tenouchi, con tutta una serie di esercizi dedicati a svilupparne una esecuzione corretta, come però spiegava il M°, il tenouchi deriva da quella che è la sensibilità di ognuno, la quale si sviluppa nel corso degli anni di pratica.

whatsapp-image-2017-02-19-at-17-48-31