Anno 2020/21: praticare in sicurezza.

La data di inizio del corso si avvicina sempre di più, mancano infatti pochissimi giorni al 1°Settembre e visto che non sarà un anno qualunque, facciamo in questo articolo il punto delle cose da fare per poter partecipare agli allenamenti:

Prima ancora di entrare in dojo:

  • avere con se il certificato medico sportivo per la pratica agonostica/non agonistica in corso di validità (lo si può andare a fare in uno di questi centri)
  • compilare il modulo di autocertificazione a pagina 6 del documento a pubblicazione congiunta CIK CSEN.
  • comunicare la propria presenza alla sessione di pratica tramite la chat di gruppo.
  • le persone interessate a provare possono telefonare a Francesco al 3491595885 o scrivere a parmakendokai@libero.it
  • all’entrata in palestra farsi misurare la temperatura corporea alla reception e procedere alla sanificazione delle mani.
  • avere con se una mascherina da indossare negli spazi comuni.

Durante la pratica:

  • assicurarsi di utilizzare solo la propria attrezzatura.
  • non indugiare in tsubazeriai.

Sanificazione degli spazi:

  • lasciare sanificare lo spazio di allenamento dal personale della palestra prima di iniziare la pratica

Spogliatoio e docce:

  • arrivare in spogliatoio per tempo e cambiarsi velocemente, in modo da non essere mai più di 8 contemporaneamente in quello spazio
  • è possibile fare la doccia, ma sempre non superando il numero di 8 persone all’interno dello spogliatoio.

Quota per l’anno 2020/2021:

  • per poter frequentare gli allenamenti della Parma Kendo Kai è necessario essere in regola con il pagamento della quota e aver provveduto ad effettuare tutte le procedure di iscrizione all’ASD (modulo di iscrizione, consenso privacy ecc)
  • l’importo per l’anno è di 200€ da versare preferibilemente tramite bonifico bancario su IBAN IT83W0538712703000035237968 intestato a Parma Kendo Kai a.s.d. Siamo orgogliosi di aver potuto impiegare le risorse messe da parte in questi anni per abbassare la quota associativa del 50% e permettere così a tutti un più sereno ritorno agli allenamenti. Essere un’associazione sportiva dilettantistica vuol dire incentivare la pratica dei propri associati e di tutti coloro che vogliono accostarsi al Kendo, abbattendo, per quanto possibile, tutti quegli ostacoli che impediscono l’accesso alla nostra disciplina.